Herpes Genitalis

Cos’è l’Herpes Genitalis?

È un’infezione di trasmissione sessuale (ITS) persistente e causata dal Virus dell’Herpes Simplex (HSV).

Esistono 2 tipi di virus dell’herpes simplex: l’1 e il 2. Anticamente si diceva che il HSV-1 era responsabile dell’herpes labiale mente il HSV-2 dell’herpes genitale ma, nell’attualità, è sempre più frequente vedere herpes localizzato nei genitali causato dal HSV-1.

Nella maggior parte dei casi l’infezione è asintomatica o i sintomi sono così lievi da passare inosservati; quando invece si manifesta, lo fa sotto forma di lesoni multiple vescicolose-ulcerose che possono essere dolorose e che possono essere accompagnate da infiammazione dei linfonodi regionali o da febbre. È una delle ITS più comuni in Europa e una della ITS che più favorisce l’acquisizione e la trasmissione del HIV (virus dell’immuno deficenza umana).

Cause dell’herpes genitale

La via di trasmissione è il contatto sessuale diretto con una superficie infetta, senza la necessità di penetrazione o eiaculazione. La persona infettata può trasmetterlo sia attraverso le lesioni cutanee ma anche in assenza di queste.

Come si diagnostica

herpes-marco-cosentinoNelle persone che presentano sintomi il diagnostico può essere clínico, però si raccomanda sempre eseguire una prova di laboratorio per confermarlo (un campione della lesione con un tampone). Nelle persone asintomatiche, invece, il diagnostico si può eseguire mediante prelievo sanguigno andando alla ricerca di anticorpi contro il virus (si identificano 3 mesi dopo l’inizio dell’infezione).

Prognosi dell’herpes genitale

herpes genital mujeresLe lesioni si curano anche senza trattamento però l’infezione no, pertanto è possibile avere delle recidive cutanee frequenti. Queste sono più accentuate i primi anni dell’infezione mentre poi si diradano con gli anni. Tra le persone con sistema immunitario compromesso (imunodepressi), possono apparire lesioni più estense e con maggiori complicanze. Esiste la possibilità di trasmissione da madre a figlio, soprattutto se la donna si infetta negli ultimi mesi della gravidanza.

Trattamento medico dell’herpes genitale

I trattamenti esistenti riducono l’estensione e la durata delle lesioni cutanee, non dell’infezione. L’herpes genitalis si tratta sempre con compresse orali di antivirali e mai con pomate. Nei pazienti con recidive cutanee frequenti (> 6/anno) si può dare un trattamento più prolungato (terapia soppressiva) per ridurre o annullare le manifestazioni cutanee durante il trattamento. Il trattamento non evita la trasmissione a altre persone però la riduce.

Prevenzione

Mediante il corretto utilizzo del preservativo si può prevenire la trasmissione anche se non si può assicurare una protezione totale già che questo non copre tutte le aree colpite da HSV. Si consiglia, inoltre, non mantenere relazioni sessuali in presenza di manifestazioni cutanee del virus, neanche col preservativo.