Verruche genitali o condilomi o HPV

Cosa sono?

Le verruche genitali o condilomi rappresentano le infezioni di tramissione sessuale più frequenti nel mondo. Sono proliferazioni benigne dovute, nella maggior parte dei casi, all’infezione da Virus del Papilloma Umano (HPV), che però vanno distinte da altre proliferazioni benigne quali il condiloma sifilitico piatto o il mollusco contagioso.

Le verruche compaiono in regione ano-genitale, in uretra (il “canale” dell’urina”), a livello del pube e dell’oro-faringe. La via di trasissione è la sessuale per contatto diretto con una superficie infetta (non è necessario presentare verruche cutanee o lesioni visibili). È una infezione di trasmissione sessuale che può comparire tanto in uomini quanto in donne

Quali sono le principali cause delle verruche genitali?

La manifestazione più conosciuta dell’infezione per papilloma virus sono le verruche genitale o condilomi, sebbene la maggior parte delle infezioni sono sub-cliniche o latenti (la persona non ha lesioni visibili e pertanto non sa di essere infetto e che può contagiare la malattia). Il periodo di incubazione varia molto, da poche settimane a un anno, ma in generale và da 3 a 6 mesi; questa variabilità rende difficile sapere quando ci si è infettati o chi possa essere stato ad aver contagiato l’HPV. Si sitma che circa il 75% della popolazione sessualmente attiva ha avuto o avrà un’infezione da HPV, il 15% di questi presenterà infezione attiva mentre solo l’1% presenterà condilomi.

Come si diagnosticano le verruche genitali?

La diagnosi è clínica per visione diretta dei genitali o delle zone affette o in seguito a biopsia. In generale, le prove specifiche per determinalre la presenza di HPV (la PCR) non sono indicate nel diagnostico e trattamento delle verruche genitali.

Pronostico e Trattamento di questa ITS

In generale il pronostico è buono e, in più del 90% delle persone contagiate, si risolve spontaneamente. La risposta immune da luogo ad una remissione clinica mantenuta nel tempo e l’infezione di risolve senza sequele. Una piccola percentuale di casi si convertono in portatori cronici nei quali la malattia, dipendendo dal tipo di HPV, può recidivare o evolvere in quadri di lesione pre-cancerose o cancerose.

L’obiettivo dei vari trattamenti disponibili è eliminare le verruche, non il virus; le recidive (intese come la presenza di verruche di nuova insorgenza) dopo il trattamento iniziale saranno pertanto frequenti. Esistono diversi trattamenti differenti per le verruche genitali, ma nessuno di essi ha dimostrato di essere superiore ad altri: chirurgia, crioterapia, pomate, liquidi, laser, ecc. Non esiste il trattamento ideale per tutti i casi.

I fattori che influenzano nella scelta del trattamento sono vari:

  • Caratteristiche dei condilomi: numero, dimensioni, localizzazione…
  • Esperienza dello Specialista
  • Mezzi disponibili e costi
  • Preferenze e circostanze del paziente
  • Effetti avversi
  • Comodità

La maggior parte dei trattamenti producono affetti avversi sotto forma di dermatiti, cicatrici, ecc. e qualcuno di questi può essere sconsigliato in gravidanza. I fattori che influenzano la risposta al trattamento sono:

  • La immunosoppressione (pazienti HIV+, trapiantati, ecc);
  • L’aderenza al trattamento;
  • Il tabacco.

Come si possono prevenire le verruche genitali negli uomini e nelle donne?

Per il fatto di essere un’infezione che si tramette per contatto sessuale o meno (nel senso che non è necessaria la penetrazione), il preservativo non è effettivo nel prevenire al 100% l’infezione da HPV in quanto non copre tutte le superfici, o per il contatto genitale previo alla collocazione del preservativo durante i preliminari.

Un’altra forma di prevenire l’infezione è la vaccinazione contro il virus del papilloma umano (vaccino quadrivalente) che rappresenta un’opzione già stabilita in molti Paesi per le bimbe e, in pochi Paesi, pure nei bimbi soprattutto prima di cominciare l’attività sessuale.